mercoledì 20 maggio 2020

“Country selection” usando la normativa fiscale

Il database di OECD (Organisation for Economic Co-operation and Development) offre informazioni comparative sulla tassazione delle aziende nei paesi membri.

Il combined statutory corporate income tax rate (CIT) è il tasso marginale pagato su una unità aggiuntiva di reddito (in assenza di altre disposizioni o regimi speciali nella normativa fiscale): nel 2018 è variato tra un minimo di 9% in Ungheria ed un massimo di 34% in Francia.

lunedì 18 maggio 2020

JPM liquida gli ETF alternativi

La scorsa settimana JP Morgan Asset Management ha annunciato la prossima liquidazione di tutta la sua gamma di ETF alternativi in US: non ho trovato notizie relative agli equivalenti ETF quotati in Europa ed in Italia, ma presumo che subiranno la stessa sorte.

Come mai questa decisione, dopo che negli ultimi anni questi ETF erano stati proposti con molta fanfara? Sono troppo complessi (ovvero troppo lontani dal semplice beta richiesto da molti consulenti) per i clienti retail?


venerdì 15 maggio 2020

EBITDAC è tra noi!

Sembrava una battuta, ed invece è reale: nel riportare i risultati del primo trimestre l’azienda tedesca Schenck Process ha “aggiunto” €5,4 milioni di utili operativi che ritiene avrebbe realizzato in assenza del lockdown. Il suo già Adjusted EBITDA diviene Adjusted EBITDAC di €18,3 milioni, in aumento di 19% rispetto al primo trimestre 2019 anziché in diminuzione di 16%.

giovedì 14 maggio 2020

Aston Martin: aggiornamento

Riepilogo (maggiori info nel post precedente):

IPO (ottobre 2018): GBp 1.900
Secondary placing (maggio 2019): GBp 800
Secondary placing (giugno 2019): GBp 983
Primary placing (aprile 2020): GBp 58
Prezzo corrente: GBp 30
 

[Nota: il prezzo dell’IPO è quello originale, aggiustato per i successivi right issues sarebbe di circa GBp 550]

Decisamente non come Ferrari.

lunedì 11 maggio 2020

Nuovo acquisto: Hiscox

Hiscox (HSX LN) è una società di assicurazione inglese, uno dei partecipanti al sindacato dei Lloyd’s e la cui fondazione risale al 1901. Presente in 14 paesi, offre i suoi servizi prevalentemente in Europa ed US.

Hiscox è quella che si definisce “specialist insurer”: non è un’assicurazione generalista, bensì si focalizza su quelle aree del mercato che le altre imprese trovano troppo complesse, troppo piccole o poco redditizie.

  1. Retail (54% dei premi lordi ma 73% di quelli netti): assicurazioni personali o commerciali per aziende medio-piccole in Europa, UK ed US
  2. London market (24% dei premi lordi, 19% di quelli netti): i business internazionali sotto l’egida dei Lloyd’s, include le linee danni per i settori marittimo, aereospaziale ed energia ma anche le linee “speciali” (rapimenti, terrorismo, attacchi cibernetici, …)
  3. Ri-assicurazione (22% dei premi lordi, 8% di quelli netti): condivisione dei risarcimenti con altri assicuratori sia nel settore danni che in quello healthcare.