venerdì 7 dicembre 2018

Link interessanti: letture per il week-end

Due dei tanti articoli sulla caduta di Sears ed Eddie Lampert
   Hedge Fund Billionaire Rode the Worst Trade of His Life All the Way Down
 
   Sears’s Edward Lampert Was a Wizard. Now He’s Coming to Terms With Failure.

Un’altra vittima della sotto-performance di value negli ultimi anni: Value Investing Claims Another Casualty as $5 Billion SPO Shuts

L’esplosione degli investimenti passivi sta rendendo i mercati meno (e non più) efficienti: Is Passive Investing Making Markets Dumb?

Ma la volatilità recente non è certo colpa solo degli ETF: Do not blame index funds and ETFs for market volatility

Intel sarà la prossima azienda ad essere “Amazoned”? Amazon unveils its own server chip, challenging Intel on price

Oppure sarà Amazon a cadere sotto il proprio peso? The End of Amazon - How, when and why the e-commerce giant will fall.

Per ogni investitore di successo… The Gambler Who Cracked the Horse-Racing Code

… ce n’è sempre uno che perde tutto! He Blew Up His Fund. Now He’s a Laughingstock. 


Per chi fosse interessato al settore della cannabis terapeutica: A Guide to Cannabis Investing

mercoledì 31 ottobre 2018

Expedia: contabilità creativa

Stavo studiando Expedia (EXPE US), uno dei principali online travel agents (OTAs) che possiede, oltre ad expedia.com, una serie di marchi molto conosciuti: hotels.com, Travelocity, Orbitz e HomeAway, così come Trivago ed attività di prenotazione di biglietti aerei, noleggio auto e crociere.

Quello che mi ha inizialmente incuriosito era che in un semplice screening trattava ad un multiplo EV/EBITDA inferiore a 10x, non certo eccessivo per un’azienda che cresce del 10% annuo. [*] Questa è la valutazione che ho trovato in un report di un paio di giorni fa di una nota banca d’affari:

lunedì 29 ottobre 2018

Asset managers: un indicatore che il peggio deve ancora venire?

Nonostante la crescita delle masse in gestione (spesso però dovuta alle performance dei mercati), con alcune rare eccezioni e considerando le specificità di ogni azienda (ad esempio Ashmore con la sua esposizione ai mercati emergenti), praticamente tutte le società di gestione quotate hanno performance molto negative da inizio anno, ed in media anche dall’inizio del 2017. Che i mercati ci stiano dicendo che si attendono un peggioramento dei loro risultati, causati da azioni in caduta libera ed obbligazioni che perdono perché i tassi d’interesse salgono?

giovedì 18 ottobre 2018

Dalio: “A template for understanding big debt crises”

A 10 anni dal fallimento di Lehman Brothers, Ray Dalio ha reso disponibile la sua ultima analisi delle crisi finanziarie (disponibile qui in formato pdf) e la sua conclusione è netta: il rischio principale non è il debito in sé quanto l’inettitudine dei policy makers.

lunedì 15 ottobre 2018